logo

di Magda Minotti

a cura di Magda Minotti        

            
NEI BEI TEMPI …ANDATI

 

TRENTEUN

…ma l’ultin sfueùt dal lunari
al è dut tacât sul cartòn:
no stin a sbregâlu. Magàri
metìnju cussì, tun ciantòn,
sfueùt e carton.
‘O’n vin tirâz jù - no ese vere?-
di nèris e ròs, dì par dì:
ju vin butâs là, in scovazzere,
ridìnt o vaìnt o cussì:
un sfuèi, une dì!
Un sfuèi, une dì, un numar neri:
il neri al ûl dî che si mûr…
E il ròs? Ma laiù in simitièri
no son dome i vièi, dal sigûr:
si cope e si mûr!
Cun dut che la vite ‘e jé mare,
plui vièi si devente, e plui dûrs
si tàchisi intôr cheste tiàre,
a ches’c’ doi pezzòs, a ches’c’ mûrs:
plui vièi e plui dûrs!
E l’ultin sfuèut dal lunari
al è dut tacât sul cartòn:
no stin a sbregâlu. Magari
 metìnju cussì, tun cjantòn,
        sfueùt e cartòn!          Pre’ Bepo Marchèt

 

…. a capodanno, si usava dire questa filastrocca augurale:

 Ca pan, ca vin,
la Grazie di Dio o gjoldarìn
Calin, calon:
ca pan, ca vin,
ca lana, ca lin.

Ca pan ca vin,
la lujanie tal cjadìn,
il cjadin si è sfonderât,
la lujanie e côr tal prât.

Qua pane, qua vino
la grazia di Dio godremo
Calin, Calon                 
qua pane, qua vino
qua lana, qua lino,
la salsiccia nel catino
il catino si è sfondato,
la salsiccia corre nel prato.

*= “espressioni”   che vogliono essere d’augurio ad avere in casa (ca), nel corso dell’anno nuovo e,  oltre al cibo (pane, vino, salsiccia), anche  lino (calìn) e lana (calon), non solo per vestirsi….

...e, per  l’anno nuovo,  le preghiere propiziatorie erano un po’… particolari:

Preiere de frutate

 

Signôr dami la pâs
e l'amôr,
bêçs di spindi,
blave di vendi,
une vacje te stale,
un purcit intal cjôt,
un biel fantat tal jet.
Baste cussì,
Signôr benedet!
Signore dammi la pace
e l’amore, soldi da spendere,
granoturco da vendere,
una mucca nella stalla,
un maiale nel porcile
un bel ragazzo nel letto.
Basta così,
Signore benedetto!

 

Preiere dal frutat

 

Signôr dami la grazie, la salût,
la vacje te stale,
il purcit intal cjôt.
Blave di vendi, bêçs di spindi,
une frute intal jet.
Signôr Benedet no us domandi niealtri.
Ni in chest mont,ni in chel altri.
Amen
Signore dammi la grazia,la salute,
 la mucca nella stalla,
un maiale nel porcile.
Granoturco da vendere,
soldi da spendere,
una ragazza nel letto.
 Signore benedetto non vi chiedo altro
 Né in questo mondo, né nell’altro.
Amen
                 


Buine fin e bon principi…
ma  che dut  il 2011 al sedi une vore seren par ducj!